#POR FSE Veneto 2014/2020 – ASSE OCCUPABILITA’- DGR n. 11 del 05/01/2018
Progetto n. 5687-1-11-2018 approvato dalla Regione Veneto con DGR n. 522 del 31/05/2018
ASSEGNO di RICERCA nell’ambito del progetto "Tecnologie di Additive Manufacturing di metalli applicate ai settori calzaturiero e biomedico veneti"

CUP: I16C1800006000

Bando n. 20151 di selezione per l’Assegno di ricerca (Scadenza: 18 Agosto 2018)

 

 

DESCRIZIONE DEL PROGETTO E DELLE ATTIVITÀ:

Obiettivi dell’assegno
I percorsi di studio universitario degli atenei italiani non prevedono alcun corso specifico sulla tecnologia Additive Manufacturig e questo comporta quindi una limitata disponibilità di figure professionali con competenze specifiche.

Questo progetto intende fornire una formazione di eccellenza a giovani neo-laureati che permetta loro, al termine del progetto, di ottenere:

  1. capacità di utilizzare i moderni strumenti di progettazione, simulazione multi-fisica e ottimizzazione applicati alla Produzione Additiva;
  2. comprensione delle problematiche inerenti all’uso della PA in campo meccanico e conoscenza delle metodologie applicabili in pratica;
  3. esperienza nell’uso della strumentazione e nelle metodologie per la misura dei parametri fisici e la caratterizzazione delle proprietà e della funzionalità dei prodotti finiti.

Si tratta quindi di fornire all’assegnista la formazione in un settore che è destinato ad giocare un ruolo di rilievo via via crescente per il futuro dell’industria meccanica veneta. Le competenze acquisite, non solo dal punto di vista teorico, ma attraverso l’applicazione pratica a casi concreti di sviluppo di soluzioni progettuali, costituiranno un elemento prezioso per l’accesso al mondo del lavoro e la crescita professionale dei destinatari.

Destinatario e requisiti
Destinatario dell’assegno di ricerca sarà un neo-laureato o neo-dottorato, disoccupato o inoccupato avente al massimo 35 anni, in possesso di un diploma di laurea (corso di studi di durata non inferiore a 4 anni, previsto dagli ordinamenti didattici previgenti al DM 509/1999) o di laurea specialistica/magistrale (ai sensi rispettivamente dei DM 509/1999 e 270/2004) in Ingegneria dei Materiali, che verrà selezionato tramite un concorso pubblico per titoli e colloquio orale per l’ottenimento di un contratto di Assegno di Ricerca erogato dall’INFN per la durata di 12 mesi.

Tipologia delle attività dell’assegnista
Dopo un periodo di formazione e training sull’impiego della PA presso il Laboratorio di Stampa Additiva dell’INFN Sezione di Padova, l’assegnista inizierà le attività di R&D collaborando con gli esperti di INFN ed aziende partner, sugli argomenti di ricerca sottoposti dalle aziende stesse. Successivamente l’assegnista, sotto la guida del referente scientifico, sarà autonomo nel gestire le fasi progettuali e sperimentali, mettendo in pratica quanto appreso nel training e sviluppando un proprio approccio di risoluzione delle problematiche tecnologiche. L’attività di progettazione e realizzazione sarà molto variegata ed a contatto con molteplici realtà produttive del mondo della calzatura. I settori ai quali ci rivolgiamo principalmente sono quello calzaturiero e dell’oggettistica.

 

 

 


Linee di ricerca assegni POR-FSE 11:

Ricerca DIAM: Design innovativo di tacchi e spine per calzature di lusso

Ricerca DIAM: Staffe alleggerite per carrozzine con funzionalità d'avanguardia

 

Borsa FELLOWSHIP VISITING per un Consulente Ospite (Additive manufacturing for fashion accessories and biomedical devices)

Borsa WEB COMMUNICATION per “Supporto alle attività di comunicazione e diffusione dei risultati nel campo dell’additive manufacturing.

 

Tutti i progetti POR-FSE dell'INFN-Padova/SFE

Go to top